Come gestire lo spamming linguistico in Google Analytics - Esercitati da Semalt

Gli esperti di Internet sostengono che l'infiltrazione di spam di parole chiave e referral per gli utenti di Google Analytics è ormai un ricordo del passato. Google Analytics visualizza URL e messaggi di spam come legittimi quando hacker o truffatori inviano dati falsi casuali a siti Web casuali e codici di monitoraggio GA (Google Analytics).

Secondo il principale esperto di Semalt , Artem Abgarian, questa sfida può essere risolta facilmente usando i filtri. Tuttavia, l'inclinazione delle informazioni è di per sé problematica.

La cattiva notizia per gli utenti di Internet, i proprietari dei siti e i programmatori è che gli hacker hanno violato la parola chiave organica e lo spam di riferimento. Gli spammer stanno ora colpendo gli utenti online con rapporti sulla lingua. La tavola rotonda SEO ha scritto un rapporto lo stesso tre settimane fa.

Nel contesto di Google Analytics, il traffico falso può essere definito come hit falsi inviati alla proprietà Google Analytics di un utente. Un "hit" si riferisce all'interazione dell'utente con un sito che comporta l'invio di informazioni alla proprietà di Google Analytics. Ad esempio, può essere "transizione", "schermata", "evento" o "visualizzazione pagina".

Un colpo falso viene generato da un bot o da un programma anziché dall'interazione da parte di un essere umano. Al momento, è possibile falsificare qualsiasi hit di Google Analytics. Ciò significa che gli spammer possono inviare traffico diretto falso, traffico organico falso, traffico organico falso e dati falsi derivati dai social media. Gli hacker possono falsare visualizzazioni di pagina virtuali, eventi, nome host, URL di richiesta, elemento della transazione e parole chiave. Inoltre, gli hacker richiedono l'ID di Google Analytics per eseguire la loro sporca magia. In pratica, possono riscrivere le informazioni di analisi da qualsiasi posizione in tutto il mondo e senza accesso all'account Google Analytics.

Sbarazzarsi dello spamming linguistico in Google Analytics impostando un filtro nome host

L'articolo è particolarmente utile per gli utenti il cui Google Analytics sta vivendo spam fantasma e di riferimento. Pertanto, questa sezione discuterà come minimizzare o eliminare gli effetti negativi del traffico falso sui rapporti di Google Analytics.

La maggior parte degli utenti di Internet ha ricevuto questo tipo di spam nel proprio Google Analytics. Pertanto, come possono gli utenti online eliminare questi spam? A questo proposito, la sezione spiega come utilizzare il filtro nome host per filtrare la maggior parte dello spam. Seguire i passaggi seguenti:

1. Visita la pagina di amministrazione di Google Analytics

Nella pagina di Google Analytics, fai clic sul pulsante nella colonna più a destra e seleziona "Filtri".

2. Fare clic sul pulsante "Aggiungi filtro" blu

Un nuovo filtro dovrebbe essere impostato per questa vista secondo le best practice di Google Analytics. Mantiene il traffico di un singolo sito Web non filtrato.

3. Crea filtro nome host

Nella pagina di Google Analytics, seleziona "Crea nuovo filtro" in alto a sinistra e inserisci il nome del filtro nel campo fornito. In "Tipo filtro" seleziona "Predefinito", quindi in quattro menu a discesa seleziona "include solo"> "traffic the hostname"> che sono uguali a ", quindi inserisci l'URL del sito web. Infine, torna indietro e controlla i nomi host segnalati per il traffico del sito Web legittimo. Assicurati di includere tutti i nomi host associati al traffico reale sul sito.

4. Salva il filtro del sito

Il semplice filtro deve occuparsi dello spam di rinvio in blocco che viene lanciato sul sito.